Esenzione dal ticket sanitario

Numerose esenzioni sono legate a stati patologici o invalidanti. Queste esenzioni possono essere totali o legate a specifiche e determinate prestazioni di specialistica ambulatoriale. Le esenzioni possono essere illimitate o avere una durata variabile.

 
Esenzione per patologia
I malati di SLA hanno diritto all'esenzione totale dal ticket sanitario purché sia stata rilasciata idonea certificazione dalle strutture del Servizio Sanitario Nazionale con codice RF0100.
 
Cosa fare per il riconoscimento dell'esenzione
Il diritto all'esenzione è riconosciuto dall'azienda sanitaria locale di residenza o di domicilio sanitario dell'assistito, sulla base della certificazione della malattia rilasciata. E' quindi necessario recarsi presso il proprio Distretto Sanitario di riferimento con la certificazione per la formalizzare l'esenzione dal ticket.
 
Sono valide ai fini del riconoscimento dell'esenzione anche:
le certificazioni rilasciate da commissioni mediche degli ospedali militari;
la copia della cartella clinica rilasciata dalle commissioni mediche degli ospedali militari;
la copia del verbale redatto ai fini del riconoscimento di invalidità;
la copia della cartella clinica rilasciata da Istituti di ricovero accreditati e operanti nell'ambito del SSN, previa valutazione del medico del Distretto.
 

Esenzione per malattia rara

Sono erogate in esenzione tutte le prestazioni appropriate ed efficaci per l'accertamento, il trattamento e il monitoraggio della malattia rara e per la prevenzione degli ulteriori aggravamenti. I pazienti affetti da patologie rare riconosciute con Decreto ministeriale 279/2001 e Delibera di Giunta regionale 90/2009 devono presentare alla propria ASL di residenza il documento di certificazione (di cui al Decreto dirigenziale n. 1737/2005), valido per il rilascio degli attestati di esenzione.
Solo i Presidi ai quali è stato riconosciuto il ruolo certificazione per esenzione sono abilitati alla compilazione del documento allegato.


L'esenzione riguarda:
  • le prestazioni finalizzate alla diagnosi
  • le indagini genetiche sui familiari dell'assistito se necessarie ai fini della diagnosi di malattia rara di origine ereditaria

 

I relativi oneri sono a totale carico dell'azienda unità sanitaria locale di residenza dell'assistito.